Benvenuto!

Mi chiamo Astra e sarò la tua guida. Accedi al tuo profilo personale per sfruttare a pieno tutte le funzionalità del portale.
oppure accedi con email e password

Sei un nuovo utente?
scopri i vantaggi dell'iscrizione, oppure
ma se proprio non puoi aspettare vai alla ricarica veloce

Un attimo di pazienza

Sto trasferendo i tuoi dati al server centrale

Oh No!

Qualcosa è andato storto, siamo mortificati.

Recupera password!

Inserisci nel form in basso la tua email o il tuo nome utente
Ti invieremo un email con le istruzioni per cambiare la tua password.

Ops!


puoi sempre accedere con facebook

Un attimo di pazienza

Sto trasferendo i tuoi dati al server centrale

Oh No!

Qualcosa è andato storto, siamo mortificati.

Registrazione

Compila i campi seguenti

Ops!

Ops!

Ops!

Data e ora di nascita
Ti chiediamo di inserire la tua data di nascita per poter calcolare in modo automatico il tuo segno zodiacale
:

Ops!

Luogo di nascita
Il luogo di nascita ci aiuta, tra le altre cose, a calcolare in manira più precisa il tuo ascendente.

Ops!

Se hai già un account clicca qui oppure accedi con facebook

Caratteristiche principali

  • Segno favorito: Capricorno
  • Elemento: Fuoco
  • Pianta: Faggio
  • Polarità: Femminile
  • Colore: Pesca

La runa Nauthiz

1172 visualizzazioni

La parola Nauthiz deriva dalla radice indoeuropea ne- da cui hanno origine le negazioni come no, nulla, niente, negare; in inglese troviamo never, none, nothing, not: un senso di vuoto e di negazione che collega questa runa al bisogno e alla necessità che essa rappresenta, l’inverno che arriva, il freddo e l’oscurità. Nauthiz è il dolore, quella afflizione che contraddistingue il dolore negato, non permesso, non espresso, non manifestato. E’ l’angoscia, lo smarrimento davanti alla propria vita alla quale non si trova alcun senso. Il dolore viene da tutti fuggito, ciò è dettato da un istinto di sopravvivenza, ma esiste un dolore che nasce interiormente che ci dice cosa è giusto e cosa è sbagliato per noi stessi. Non ascoltando questa voce tradiamo il nostro stesso destino. La malattia e la sofferenza è un tentativo del nostro spirito per dirci che qualcosa nella nostra vita non funziona, qualcosa che potremmo e dovremmo cambiare. Hagalaz è l’inevitabile forza che irrompe nella vita e distrugge ogni cosa, Nauthiz è l’umana resistenza, la comprensibile ribellione alla morte, la destino e agli dei. Il simbolo di questa runa racchiude il suo significato più profondo, se non c’è sacrificio non può esserci salvezza. Si può sfuggire al dolore con la negazione, la rimozione, lo spostamento, la fuga, ma bisogna ricordare che ciò che neghiamo ci possiede. Evitando il male si evita anche il bene, evitando il dolore si fugge dalla gioia e da tutto quello che non vogliamo riconoscere come nostro, sia il lato buono che quello cattivo. Nauthiz è associata all’inconscio, al lato oscuro, all’ombre e così anche a quelle figure come orchi, streghe, demoni, fate e dei avversi che, se non ascoltati, bussano sempre più forte alle porte della nostra anima. Nauthiz è afflizione e pensa solo se fuggo dal dolore e dalla morte, ma se vivo il lutto, la sofferenza della perdita, la pena poco a poco svanirà e progressivamente si rinascerà a nuova vita. Il dolore è il prezzo che dobbiamo pagare per amare maggiormente la vita. Questa runa è retta dalla dea Nott, dea della notte, e dalla norna Skuld; rappresenta come altre il destino, la prova estrema, ciò che prende energia dal passato e darà i suoi frutti nel futuro. Dopo la notte, per quanto lunga, fredda e oscura che sia, viene sempre il giorno.

Runa dritta

Forza interiore, risorse, eroismo, urgenza, sviluppo, cambiamento, determinazione, resistenza.

Nauthiz è una runa difficile, indica sofferenza, oppressione, incapacità di agire, ci mette di fronte all’oscurità della nostra anima. E’ una runa che indica una prova davvero difficile da superare, è un blocco, un arresto, un momento di carenza e privazione che ci porta all’essenziale, all’austerità. E’ l’oscurità che segue la luce, la difficoltà cui segue la soluzione, la prova dalla quale si sviluppano forza e volontà. L’estrazione di questa runa ci dice che ciò che sta accadendo nella nostra vita è una prova e che dobbiamo essere disposti a pagare il prezzo di dolore e paura per riscattare la nostra vita. Dobbiamo imparare che le persone e le circostanze che percepiamo come nemici, sono i nostro più grandi maestri, soltanto attraverso il conflitto ci è possibile crescere. Il consiglio è quello di lavorare su se stessi, essere ottimisti e perseveranti per affrontare con coraggio quello che potrebbe essere un momento difficile. Sarebbe bene occuparsi dei vecchi conti e di sistemare le cose lasciate in sospeso, il segreto è essere estremamente corretti e lucidi in ogni campo della vita: lavorare con diligenza e precisione, mangiare il modo salutare e fare qualche esercizio fisico, avere pazienza e comprensione in amore.

Oracolo della runa dritta

Il ghiaccio scricchiola sotto i passi leggeri della volpe. Fermati, non muoverti, resta immobile. Ascolta. Vigila. Non è tempo di andare oltre. E’ tempo di aspettare.

Runa rovesciata

Sofferenza, afflizione, necessità, colpevolezza, vincoli, estremi, costrizione, ansietà, codardia

Nauthiz capovolta rappresenta la fuga dalla propria ombra, dal dolore e dalla malattia. Ci si comporta come bambini, spaventati da orchi e streghe, non si comprende ancora a fondo il mondo che è uno specchio che ci rimanda la nostra immagine riflessa. Si è troppo ostinati sulle proprie posizioni, ci si comporta come vittime e ostinatamente si da la colpa di tutto agli altri. Se tutto il mondo crolla attorno, lo spirito è stato nutrito con una falsa ricchezza, superficiale e fragile. E’ necessario fare un esame di coscienza, capire che è meglio affrontare i propri demoni che lasciare che questi ti divorino, ripulire la propria esistenza. Anche nel campo affettivo, in quello del lavoro e della salute, eliminate tutto ciò che non fa che farvi male, anche se vi ingannate che non sia così: medicine, pillole, rischi sul lavoro, azzardi, vita sessuale sfrenata e incontrollata, droghe, fughe da parenti e amici …

Oracolo runa rovesciata

Il Grande Maestro bussa alla tua porta col mantello oscuro dell’afflizione. Forse è Orlog in persona, il Fato, che ti comanda. Sappi che è con la tempra Che si rafforza il ferro della spada.

Funzione magica

Sostiene il superamento di un blocco e dell’angoscia. Aiuta ad affrontare le proprie paure e le proprie ombre. Rafforza la volontà e aiuta ad accettare il proprio destino. Insegna a far fronte alle avversità con maturità e responsabilità.

Posizione delle mani

Esistono più mudra per questa runa. In un mudra si uniscono i palmi delle mani e le dita sono tutte distese, eccezion fatta per le dita medie che si piegano in avanti, inclinandosi in modo da riprodurre il glifo della runa. In un secondo runa, molto semplificato, il dito indice della mano destra si sovrappone a quello della sinistra andando a formare una croce uguale a quella del simbolo di Nauthiz, tutte le altre dita sono ripiegare verso il palmo.

Posizione yoga

n posizione eretta, piedi uniti, le braccia sono distese verso i fianchi. Il braccio destro è alzato oltre le spalle, formando un angolo di quarantacinque gradi con la testa, mentre quello sinistro prosegue sulla linea di quello destro, posizionandosi a quarantacinque gradi dal fianco.

Canto della runa

Nnnnnnnnnnn Nnaaauuutthiiizz Nauthiz nauthiz Niii naaa nooo nuuu Nauthiz Nauthiz Nauthiz Nnnnnnnnnnn Nu Na Ni Ne No Nut Nat Nit Net Not Un An In En On Nnnnnnnnnnn

Altre caratteristiche della runa Nauthiz
Nome antico Naudhr, Nyd, Nauths
Elemento Fuoco come calore
Animale Gatto
Significato simbolico Il dolore, quella afflizione che contraddistingue il dolore negato, non permesso, non espresso, non manifestato. E’ l’angoscia, lo smarrimento davanti alla propria vita alla quale non si trova alcun senso.
Dei collegati La Dea Nott, La Norna Skuld
Poema anglosassone Nauthiz preme sul petto come afflizione ma e’ fonte di aiuto, salvezza e soccorso, e sprona i figli degli uomini quando ci si rivolge a lei in tempo
Poema norvegese La costrizione da scarse possibilità Un uomo nudo gela dal freddo
Poema islandese Abbondanza = vantaggio per gli uomini e buona estate E prosperi raccolti

Condividi questo articolo:

Facebook Twitter Email